BIOGRAFIA

 

Mi chiamo Tatiana Sabina Meloni, ma firmo le mie creature cartacee con lo pseudonimo T.S. Mellony, nato molto tempo fa durante una chiacchierata con un mio caro amico statunitense. Da sempre desiderosa di trasferirmi oltreoceano, Bert (che sarà, in futuro, fonte d'ispirazione per taluni scritti) lanciò l'idea di "americanizzare" il mio nome reale. "T.S. è fashion, Mellony l'unica scelta possibile". Non sono ancora approdata negli Stati Uniti, ma ho deciso di sfruttare comunque un nom de plume cui sono molto affezionata.

Sono nata a Genova, dove tutt'ora risiedo, il 1° novembre del 1985. Sì, è il giorno di Ognissanti, ma io di santo ho ben poco, se non addirittura nulla. Mi diplomo al liceo scientifico col massimo dei voti (100/100), dopo un'epopea scolastica degna dell'Orlando Furioso: tale valutazione sarà per me un profondo riscatto verso coloro che, nei primi anni, non hanno mai creduto in me né nelle mie facoltà mentali. Frequento, in seguito, il corso di Lettere Moderne all'Università degli Studi di Genova, ma solo per un anno e mezzo. Decido, infatti, di addentrarmi nel mondo del lavoro e svolgendo ruoli tra i più disparati.

Già da ragazzina mi cimento nella stesura di racconti e qualche rara poesia. Lavori che, però, non vedranno mai la luce, bensì saranno conservati come ricordi e spunti personali. Lettrice onnivora e vorace, sento la necessità di affrontare la scrittura con approccio più maturo e razionale solo nel 2015, all'età di trent'anni. È in questo periodo che cerco di dare una svolta alla mia "carriera letteraria", partecipando all'antologia natalizia "Strenne d'inchiostro", opera di debutto autopubblicata del gruppo USE (Unione Scrittori Emergenti) col racconto "Fuochi d'artificio e chiavistelli".

​Dal dicembre 2015 avvio collaborazione con la testata giornalistica online e cartacea Sociart Network (non più attivo), come redattrice della sezione londinese grazie all'invito e al supporto della mia cara amica Annarita Tranfici. Gli articoli sono liberamente consultabili alla pagina corrispondente o sul sito del magazine in questione.

Sempre nello stesso periodo entro a far parte della redazione di un'altra rivista online, NoèLife, improntata sul mondo animale. I miei articoli sono liberamente consultabili alla pagina corrispondente o sul sito del magazine in questione.

Nel febbraio 2016 pubblico per la prima volta sotto marchio editoriale: presento il racconto "I piccoli paesi non hanno segreti", contenuto nell'antologia "Deep Love 2" della Nero Press Edizioni.

Nel marzo 2016 partecipo, invece, all'antologia autopubblicata a scopo benefico "Ti racconto una canzone", col racconto "La curva del perdono".

Sempre nello stesso periodo curo e firmo la prefazione della silloge poetica "Necrotica - Trama di un sogno e sottile raso d'incubo", opera d'esordio di Jessica Tommasi, cara amica e collega di penna.

Nel maggio 2016 avvio la mia prima collaborazione editoriale con Panesi Edizioni, una piccola realtà ligure assai attenta alle esigenze degli autori e dei lettori. Il contributo che offro è a livello grafico, in particolar modo nella realizzazione di copertine. Potete visionare i miei lavori nell'apposita sezione.

A giugno 2016 prendo parte a una nuova, emozionante avventura. Partecipo, in qualità di giurata della sezione Facebook, al concorso letterario nazionale Terra di Guido Cavani.

Nel luglio 2016 curo e firmo la prefazione di "Selena 1692", racconto dell'autrice Rosalba Vangelista, cara amica, collega di penna nonché concittadina. Lo scritto dell'autrice è, inoltre, in via d'adattamento per la rappresentazione teatrale da parte dei membri del TIC (Teatro indipendente Certosa).

Nell'agosto 2016 partecipo all'antologia "Summer of Blood" edita da Nero Press Edizioni, pubblicando il racconto thriller "Homo homini lupus".

Nel dicembre 2016 prendo parte all'antologia autopubblicata a scopo benefico "Il sapore della lettura - A ogni ricetta il suo racconto" (non più disponibile), proponendo il racconto "Pasta panna, prosciutto e funghi" (alias "La coppia delle occasioni perse").

Sempre nello stesso periodo partecipo all'antologia "Jingle Bloody Bells 2" edita da Nero Press Edizioni, pubblicando il racconto noir "Gli uomini non cambiano mai".

Da dicembre 2016, inoltre, collaboro con l'Officina Editoriale Kairòs in veste di editor e correttrice di bozze.

Nell'agosto 2017 il mio racconto "D'amore, di morte e di altre sciocchezze" viene inserito nell'antologia "Crimini al sole" pubblicata da Nero Press Edizioni.

Nell'ottobre 2017 il mio racconto "I ritratti", ispirato a una leggenda già esistente, viene scelto per l'antologia "Creepypasta" pubblicata da Nero Press Edizioni.

Da febbraio 2018 collabora col sito dell'Associazione Nero Cafè in veste di recensore di libri e film di genere per la rubrica "Il terzo occhio".

Da settembre 2018 collabora con il collettivo artistico Love More Nation by Giampiero Turco in qualità di impaginatrice e correttrice di bozze.

Nell'ottobre del 2018 il mio racconto "Qualcosa", ispirato a un fatto realmente vissuto dalla sottoscritta, viene incluso nell'antologia "Case Maledette", edita da Nero Press Edizioni.

Nel febbraio 2019 partecipo all'antologia "A Carne(m)ale ogni delitto vale", edita da Nero Press Edizioni, col racconto "In divinu et in humanu".

Il 1° aprile 2019 (e non è un pesce!) pubblico la mia prima monografia. Si tratta di "The Excape Game", racconto lungo edito da Nero Press Edizioni, e per l'occasione decido di abbandonare (forse in via definitiva) lo pseudonimo.

  • Facebook Social Icon
  • behance
  • LinkedIn Social Icon
  • deviantart

FOLLOW ME

© 2016 by Tatiana Sabina Meloni

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now